Ma granja

Autore
Antonio Bruna Rosso

Poesia in lingua occitana di: Pietro Antonio Bruna Rosso (grafia normalizzata)
Elva – Valle Maira

La mia baita

Ben in alto sulle cime sperdute
Sta la baita dove sono nato
È fatta di pietre senza calce
Per me è bella, l’ho ben amata
Adesso è scura e va in rovina,
Una volta mia madre la illuminava.
Adesso è fredda, ma nei tempi passati
Un gruppo di bambini la scaldava.
Sei benedetta mia baita
Se ti lascio il mio cuore si strugge
Sul tuo tetto fiorisce l’uou gorbin
Tu sei il mia gioia, la mia preoccupazione.

Traduzione

Ma granja

Ben aut enti brics esperduts
Ista la granja ente a siu naissut
Ilh es facha de peiras sensa chaucina
Per mi ilh es bèla, l’ai ben amaa
Aüra ilh es escura e vai en roïna,
Un jorn mia maire l’illuminava.
Aüra ilh es freida, mas en temps passats
Un tropèl de mainaas l’eschaudava.
Sies benedecta ma granja
Se te quito mon còr se derranja
Sus ton cubèrt florís l’uou gorbin
Tu sies mon argal, mon sagrin.

Comuni correlati